I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Impiantato in Italia il primo defibrillatore biventricolare compatibile con la risonanza magnetica

Nel mondo la popolazione di pazienti che necessita dell’impianto di un defibrillatore è aumentata ad un ritmo del 10-15% l’anno circa

Impiantato in Italia il primo defibrillatore biventricolare compatibile con la risonanza magnetica

Da oggi tutti i pazienti portatori di un defibrillatore biventricolare potranno, con opportune precauzioni, essere sottoposti senza rischi alla risonanza magnetica come sperimentato per la prima volta al mondo dal professor Antonio Curnis presso gli Spedali Civili di Brescia, Cattedra di Cardiologia Università di Brescia. Grazie alla tecnologia ProMRI di Biotronik, ci sono due soluzioni: la gamma Lumax 740 di ICD (defibrillatori cardiaci impiantabili) e CRT-D (defibrillatori per la terapia di ri-sincronizzazione cardiaca) compatibili con la risonanza magnetica, la "gold standard" per la diagnostica a immagini dei tessuti molli. Rilevante per la diagnosi e la terapia delle condizioni cliniche gravi quali cancro e ictus, capace di fornire una qualità superiore dell’immagine e non esporre il paziente a radiazioni. "I pazienti con scompenso cardiaco necessitano di un monitoraggio continuo e affidabile - dice continua Curnis - oltre a essere compatibile con la risonanza, il defibrillatore impiantato oggi ha anche un dispositivo che permette di monitorare in tempo reale il cuore del paziente inviando le informazioni direttamente al medico. Grazie a questa innovativa tecnologia, i medici possono intervenire tempestivamente ed il paziente, a sua volta, si sente più tranquillo sapendo di essere continuamente monitorato, con un notevole miglioramento in termini di qualità di vita". In Italia lo scompenso cardiaco ha un’incidenza di 87.000 nuovi casi anno, mentre sono 195.000 le ospedalizzazioni che si registrano ogni anno.

di Roberta Maresci

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento