I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Colesterolo: gli italiani non rispettano gli avvertimenti

Per prevenire le malattie cardiovascolari sarebbe sufficiente seguire sette regole d’oro “salva cuore”. Eppure solo 5 italiani su 100 rispettano tali linee guida

Colesterolo: gli italiani non rispettano gli avvertimenti

Le regole sono semplici: astensione dal fumo, tenere normali i valori di colesterolemia, tenere normali i valori di glicemia, tenere normali i valori di pressione arteriosa, svolgere una regolare attività fisica, rispettare una corretta dieta alimentare e mantenere un corretto peso corporeo.

Eppure gli italiani sembrano essere sordi da un orecchio e ciechi da un occhio. Non volendo mettere in pratica quanto ripetono i medici. È questo il quadro che emerge dai primi dati della campagna di prevenzione cardiovascolare, "Misura il tuo colesterolo", che il Policlinico Gemelli di Roma sta conducendo in giro per l’Italia. Procedendo a tappe. Per sensibilizzare tutta la popolazione nei confronti dei fattori di rischio di malattie cardiovascolari, allo scopo di informare i cittadini sul corretto stile di vita e verificare l’esistenza di tali fattori in un campione casuale di popolazione.

Questo tour si rivolge a un campione non selezionato, che è stato possibile raggiungere effettuando gli screening gratuiti in grandi centri di aggregazione come gli ipermercati. In questo modo, i medici del Policlinico hanno potuto incontrare la popolazione “reale” uscendo dai luoghi consueti, come ambulatori e ospedali, e andando oltre quella fascia di pubblico che si sottopone a controlli in autonomia o sotto indicazione del proprio medico.

Incontrando la popolazione, i medici del Policlinico Gemelli hanno riscontrato che il 57% dei soggetti presenta valori di colesterolo elevati (>200 mg/dl), con picco massimo nella città di Milano (74%). Fra questi, il 43% risulta “borderline”, quindi è proprio al limite di quella ipotetica linea con valori compresi tra 200 e 239 mg/dl, al limite tra quelli ritenuti normali e quelli eccessivamente elevati.

"Per questa fascia di popolazione, la semplice adozione di uno stile di vita sano potrebbe essere efficace per ridurre e normalizzare in breve tempo questi valori" spiega il Prof. Francesco Landi (Geriatra del Dipartimento di Scienze Gerontologiche, Geriatriche e Fisiatriche - "Policlinico A.Gemelli" e Professore Associato di Medicina Interna e Geriatria – Università Cattolica del Sacro Cuore), uno dei coordinatori della campagna.

Il colesterolo è infatti in cima alla lista dei fattori di rischio di morte per infarto e ictus, seguito da sovrappeso e sedentarietà, ipertensione arteriosa, dieta inadeguata, fumo e diabete.

"Ancora oggi però fra gli italiani esiste una scarsa consapevolezza del rischio che corrono a causa di uno stile di vita non sano e di come, invece, controlli periodici, regolare attività fisica e corretta alimentazione aiuterebbero a ridurre del 65-70% il rischio di morte per cause cardiovascolari", aggiunge il prof. Landi.

di Roberta Maresci

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Ridurre il colesterolo con i rimedi naturali
Ridurre il colesterolo con i rimedi naturali

Fitoterapici e omotossicologia possono aiutarti a riportare i livelli nel..

Dai 20 anni occhio al colesterolo
Dai 20 anni occhio al colesterolo

Non è mai troppo presto per prevenire le malattie coronariche

Stop al colesterolo con le mele
Stop al colesterolo con le mele

Secondo una ricerca americana, una mela (o meglio due) al giorno fa bene..

Gelato al pistacchio contro il colesterolo
Gelato al pistacchio contro il colesterolo

L’azione congiunta di betacarotene, vitamina E e luteina combatte..

La carta d’identità delle uova
La carta d’identità delle uova

Impariamo a leggere l’etichettatura obbligatoria riportata sul guscio