I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Calcio dilettantistico. Tra il 2006 e il 2010 morte 338 persone per attacco cardiaco

Stando a una comunicazione del cardiologi sportivi, in stadi con più di 50mila spettatori si verifica anche un infarto ogni 5/10 partite

Calcio dilettantistico. Tra il 2006 e il 2010 morte 338 persone per attacco cardiaco

La Fondazione Giorgio Castelli, una onlus nata per ricordare un giovane calciatore dilettante di appena 16 anni morto sul campo di gioco per un infarto mentre si allenava con la sua squadra, ha raccolto un po’ di dati sui decessi di calciatori dilettantistici e/o amatoriali. Nella fattispecie, il papà di Giorgio Castelli, medico all'ospedale ''Vannini'' di Roma, insieme ai fratelli Valerio e Alessio hanno voluto portare avanti in questi anni una battaglia per “dare voce” ai casi di morte per arresto cardiaco che si registrano nel nostro Paese a livello dilettantistico e amatoriale. I dati emersi parlano di 20 milioni di italiani che praticano sport per hobby, molte volte senza effettuare controlli preventivi, così come invece avviene livello professionistico; ad essere maggiormente a rischio sono coloro che praticano calcetto, calcio e ciclismo. Castelli ha dichiarato: “vogliamo ribadire che lo sport fa bene, in alcuni casi aiuta addirittura a prevenire le malattie metaboliche, ma riteniamo che ci sia bisogno di effettuare maggiori controlli sui ragazzi che lo praticano e preparare gli operatori all'utilizzo corretto del defribillatore. Questo perchè è necessario fare un salto culturale e non considerare più l'arresto cardiaco come qualcosa di ineluttabile, nei primi 4-6 minuti da quando si verifica, è possibile salvare chi viene colpito”. In virtù dell’iniziativa, la Federazione Italiana Gioco Calcio (Figc) e quattromila aspiranti allenatori sono stati formati all'utilizzo corretto dei defibrillatori, altri 2mila della cosiddetta Uefa C faranno invece prossimamente il corso. La Onlus in questi anni ha altresì donato 370 defribrillatori, formando circa 5mila operatori sportivi di Roma e del Lazio.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Lo sport più adatto per il tuo bambino
Lo sport più adatto per il tuo bambino

Nella fascia d’età tra 6 e 11 anni è importante scegliere..

Il gelato: una fonte di calcio e di vitamine
Il gelato: una fonte di calcio e di vitamine

È l’alimento preferito da grandi e piccini ed è anche una soluzione..

5 consigli per fare sport all’aperto... anche in città!
5 consigli per fare sport all’aperto... anche in città!

Qualche raccomandazione per chi ama correre e andare in bicicletta

Sport solo nel weekend? Non sempre fa bene alla salute
Sport solo nel weekend? Non sempre fa bene alla salute

Il rischio è quello di farsi male, perché i muscoli non sono abbastanza..

Italiani sempre meno sedentari
Italiani sempre meno sedentari

Aumentano gli sportivi praticanti, sia adulti sia bambini. Lo confermano..

Sei a rischio osteoporosi?
Test - Sei a rischio osteoporosi?

Dal recente congresso mondale sull’osteoporosi è emerso che le donne..