I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Anche Demi Moore soffrirebbe di depressione

Bella, ricca, sola e abbandonata. Ma non basta. L’attrice Demi Moore forse è depressa. Sconosciuti i veri motivi del ricovero a Los Angeles della 49enne

Anche Demi Moore soffrirebbe di depressione

La bella attrice sembra non riuscire a riprendersi dalla ferita ancora aperta, lasciatale nel cuore da Ashton Kutcher, colpevole di averla tradita e per di più abbandonata. A nulla è servito trovare sollievo tra le braccia di Blake Corl-Baietti, personal trainer californiano di 26 anni che occasionalmente fa il modello. Demi è giù. In Internet un coro di ipotesi fa da cornice a questo triste evento per i suoi fan. Tutto ha avuto origine dalla notizia resa pubblica dal sito TMZ: la Moore sarebbe stata ricoverata in ospedale la notte di lunedì dopo una chiamata al 911 arrivata dalla sua casa di Los Angeles.


La notizia che corre sul web
Forse un malore dovuto allo stato di tensione o forse dovuto da una non corretta alimentazione, sembra che il suo agente Carrie Gordon avrebbe confermato ad "ABCNews" che "a causa dello stress che sta vivendo in questo momento, Demi ha scelto di cercare assistenza professionale per trattare il suo esaurimento e migliorare il suo stato di salute generale. Vuole sentirsi meglio ed è grata per il sostegno ricevuto da familiari e amici".


Quali sono i sintomi tipici della depressione?
Domenico Mazzullo, psichiatra e psicoterapeuta a Roma ci dice che i sintomi sono "molti, differenti tra di loro e spesso, almeno inizialmente, vaghi e non ben definibili. Il più tipico è la caduta del tono dell’umore, per cui ci si sente perennemente tristi, svogliati, senza trovare più nessun piacere in ciò che prima invece ci dava piacere, anche il sesso naturalmente. Tutto diviene un dovere pesante. Tutto è difficile. Ciò che prima, quando stavamo bene era per noi facile, ora è divenuto quasi impossibile. Il momento più difficile è al mattino quando dobbiamo abbandonare il letto e iniziare una faticosa giornata. La sera va un po’ meglio perché la giornata si conclude e c’è la speranza di dormire, ossia non vivere per qualche ora. Stanchezza mortale, sia fisica che psichica; anche il parlare costa una fatica insopportabile, per cui ci si isola, ma poi si soffre per la solitudine. Incapacità totale di prendere decisioni, anche su cose futili e banali. Insicurezza in noi stessi e su tutto. Crisi di pianto continue. Testa confusa e senso di instabilità. La sensazione molto dolorosa di non provare più gli stessi sentimenti di prima, di esserci inariditi. Ansia continua e insonnia. L’insonnia è caratteristica in quanto ci si addormenta facilmente, ma poi ci si sveglia più volte nella notte, in genere ad ore fisse e inoltre ci si sveglia troppo precocemente al mattino".


Depressione o campanello d’allarme di qualcos’altro?
Lo abbiamo chiesto al professor Giulio Perugi, dell’Università degli Studi di Pisa e Direttore Istituto di Scienze del Comportamento “G. De Lisio” di Pisa. “A volte la sfida principale è capire se un paziente depresso che arriva dal medico ha o meno un disturbo bipolare. La depressione in questo caso è parte di un disturbo complesso, che alterna fasi depressive ed espansive e che di solito richiede un trattamento più articolato. La maggior parte dei pazienti bipolari va dal medico in  fase depressiva, perché è quella che produce più disagio e sofferenza, mentre vive le fasi espansive come periodi di benessere e non come parte della malattia. Il decorso del paziente non riconosciuto come bipolare e trattato solo con antidepressivi può peggiorare: può essere indotta una rapida ciclicità, con i cicli ipomania-depressione-intervallo che tendono ad avvicinarsi, perché l’antidepressivo può anticipare la fase maniacale successiva. Ciò causa una maggiore instabilità".


La depressione in Italia
Il 6 per cento della popolazione italiana tra i 18 e i 69 anni soffre di depressione. Sono soprattutto le donne ad accusare disturbi all’umore, ma anche gli uomini con un basso livello di istruzione, che vivono in condizioni di salute e sociali vulnerabili, o che non lavorano o lavorano saltuariamente. È questa la situazione fotografata dal Centro Nazionale di Epidemiologia e Promozione della Salute dell’ISS. Ciò che maggiormente può portare i soggetti ad accusare sintomi depressivi è il vivere in città, oppure soffrire di alcune patologie, o ancora come menzionato prima la mancanza di un lavoro stabile.


Come trattare la malattia
"La nuova indicazione di quetiapina per i pazienti depressi che non rispondono ai trattamenti antidepressivi è un  vantaggio dal punto di vista clinico, perché permette al medico di disporre di uno strumento che dà un plus di risposta, senza praticamente comportare rischi di indurre un viraggio espansivo e una rapida ciclicità", dice Giulio Perugi.

di Roberta Maresci

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Provato il legame tra mestruazioni abbondanti e depressione
Provato il legame tra mestruazioni abbondanti e depressione

La carenza di ferro determinata da flussi troppo intensi può..

La malinconia del tuo bambino potrebbe nascondere una futura depressione
La malinconia del tuo bambino potrebbe nascondere una futura depressione

Se la tristezza del tuo piccolo non è passeggera, è importante..

Adolescenti istruzioni per l’uso
Adolescenti istruzioni per l’uso

Depressione giovanile, una malattia insidiosa perché difficile da..

Le nostre imperfezioni in una mostra fotografica
Le nostre imperfezioni in una mostra fotografica

L’apparente perfezione nasconde la lacerazione dell’interiorità,..

Uomini e donne, diversi anche nel modo di essere depressi
Uomini e donne, diversi anche nel modo di essere depressi

Come per altre patologie, anche questa si manifesta differentemente nei..