I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

A Roma primo centro italiano per le donne affette da endometriosi

Da oggi diventare mamme potrebbe essere un percorso realizzabile anche per le donne affette da endometriosi

A Roma il primo Centro di Fecondazione al mondo dedicato alle donne che soffrono di endometriosi, una patologia che solo in Italia colpisce 3milioni di donne (14milioni in Europa e 150 nel mondo). Ad annunciarlo Pietro Giulio Signorile, presidente della Fondazione Italiana Endometriosi Onlus: "La struttura fa parte del Centro Italiano Endometriosi, già attivo a Roma presso il Rome American Hospital, ed ha l'obiettivo di aiutare le tantissime donne affette da endometriosi nella lotta contro l'infertilità, una delle principali conseguenze di questa malattia. La presenza di endometriosi in fase avanzata, infatti, si accompagna spesso alla difficoltà di procreazione e la maternità risulta quasi impossibile con le procedure tradizionali, anche per i costi elevatissimi e per le forti ripercussioni sulla salute femminile".  All’interno del Centro di Fecondazione per l'Endometriosi, trova posto un super tecnologico sistema di tracciabilità che impedisce lo scambio di gameti ed embrioni, assicurando la sicurezza della paternità; speciali incubatori a secco, mediante tre sistemi di sterilizzazione dell'atmosfera e un avanzato sistema di monitoraggio a sensori, eliminano il rischio di «cross contamination» tutelando in modo assoluto l'embrione.

 

 

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Endometriosi, quando le cellule impazziscono
Endometriosi, quando le cellule impazziscono

È una malattia che può portare all’infertilità, ma oggi la..

Ansia da prestazione: adesso ne soffrono anche le donne
Ansia da prestazione: adesso ne soffrono anche le donne

In Italia una su cinque confessa di non sentirsi all’altezza