I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

L’assicurazione sanitaria

Cresce la paura di non ricevere cure adeguate o di non riuscire a pagarle. E si cercano con mille dubbi delle alternative

No pagePagina successiva
L’assicurazione sanitaria

Con la consulenza del dott. Renato Raina, Milano Assicurazioni Divisione Nuova Maa, HDI Assicurazioni.

 

È difficile assistere ai tagli continui sulla Sanità senza temere conseguenze sulla propria salute. “Come potrò coprire le spese mediche che mi capiterà di affrontare?” è la domanda che ci facciamo tutti, soprattutto in questo periodo di incertezze. E allora si cerca qualche soluzionealternativa per mettere al riparo se stessi e la propria famiglia.

 

Che cosa può coprire la polizza?

Ce ne sono di diversi tipi, per rispondere a esigenze diverse, studiamole insieme:

1. Rimborso spese mediche

Copre le spese di un eventuale ricovero per una malattia o per un infortunio. O per un’operazione chirurgica. Però, bisogna fare attenzione: gli interventi chirurgici che non sono motivati da una malattia o da un infortunio, come per esempio la chirurgia estetica oppure quelli per correggere una malformazione, possono essere esclusi dalla copertura. Bisogna chiedere informazioni dettagliate all’assicuratore, perché spesso, se non c’è un’indicazione precisa diversa, la polizza non copre malattie e infortuni che non portino a un ricovero o a un intervento chirurgico. Consigliato anche tenere conto del fatto che spesso la copertura vale per le malattie “accertate” e non per le spese per la prevenzione: le visite specialistiche devono riguardare una malattia o un infortunio per cui ci sia già stato bisogno di ricovero o di un’operazione (o ce ne sia in futuro, entro un determinato periodo). Quelle in day hospital, normalmente, non sono rimborsabili o lo sono con massimali ridotti. La “diaria sostitutiva” rimborsa una somma fissa per il periodo del ricovero, entro,comunque, un limite.

2. Invalidità permanente da malattia

È valida quando una malattia, che è stata diagnosticata dopo la firma del contratto di assicurazione e prima della data della sua scadenza, impedisceo limita (in modo consistente) la capacità di lavorare.

3. Indennità giornaliera per ricovero in casa di cura

Rimborsa una somma determinata per ogni giorno di ricovero in un istituto di cura, a causa di una malattia o di un infortunio. L’indennità non riguarda le spese affrontate: piuttosto, serve a risarcire il “mancatoreddito” di chi non può lavorare.

4. Long term care (LTC )

Copre le spese di chi non riesce più a svolgere autonomamente le funzioni della vita quotidiana. Non per forza a causa di una malattia o di un infortunio, ma anche perché si è diventati anziani e si è persa gradualmente l’autosufficienza. Queste polizze danno il diritto a ottenere la detrazione fiscale del 19% del premio versato (questa agevolazione fiscale è prevista anche per le polizze di invalidità permanente per malattia). Spesso, però, è un po’ lento il riconoscimento della rendita.

5. Contro le malattie gravi (Dread Desease o Critical Illness)

Si attiva per coprire i bisogni che derivano quando ci si ammala di una delle gravi malattie previste nella polizza. Possono essere infarto, cancro, cecità, ictus, insufficienza renale. Spesso questa assicurazione si abbina a quelle sulla vita, che prevedono una copertura in caso di morte. Il fatto che la copertura sia prevista per un elenco definito di malattie, però, è una limitazione abbastanza forte: di conseguenza il prezzo di queste polizze è in genere molto ridotto rispetto ad altre forme di assicurazione più complete.

6. Polizze speciali

Alcune compagnie propongono una polizza adatta alle donne, con la copertura per un determinato numero di esami sanitari e diagnostici, individuati tra quelli che prevengono alcune malattie tipicamente femminili. Altre assicurazioni sanitarie sono studiate appositamente per i problemi dentali, con una serie di prestazioni gratuite per la prevenzione e la cura deidenti e convenzioni speciali per i bambini (per esempio, se tutti e due i genitori pagano il premio, per i bimbi sotto i 9 anni l’assicurazione è gratuita). Queste polizze possono essere stipulate per se stessi, ma anche per la propria famiglia (è il caso della polizza “individuale su più teste assicurate”). Prima di tutto bisogna mettere nero su bianco le proprie esigenze, poi valutare attentamente le proposte delle diverse assicurazioni: conviene prendere appuntamento nel punto vendita e farsi illustrare i punti della nota informativa precontrattuale, che deve essereconsegnata ai clienti prima della stipula della polizza.


Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
“Race for the Cure”, insieme contro il cancro al seno
“Race for the Cure”, insieme contro il cancro al seno

Il 22 maggio si corre la mini-maratona di solidarietà con le donne che..

Cervicale: le cure dolci e i rimedi naturali
Cervicale: le cure dolci e i rimedi naturali

Traumi, postura scorretta e contratture: la cervicalgia comincia da lì...

Quando il dolore
Quando il dolore "non passa”

La nuova legge 38 per tutelare i 15 milioni di italiani che soffrono di..

L’ospedale ideale? È super tecnologico
L’ospedale ideale? È super tecnologico

I pazienti chiedono più coinvolgimento nelle scelte di cura,..

Sei combattiva o fatalista?
Test - Sei combattiva o fatalista?

Sei convinta di poter esercitare un controllo sugli eventi e di poter..