I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Allergie e intolleranze alimentari: attenzione alla qualità del cibo

Il grano responsabile dell’aumento della celiachia e del ''gluten sensitivity''; il latte a rischio per possibili sostanze nocive presenti a causa delle condizioni di allevamento. Pericoli per le mamme durante la gravidanza e l'allattamento.

Allergie e intolleranze alimentari: attenzione alla qualità del cibo

L'alimentazione deve puntare alla qualità. In caso contrario, a metterci in guardia sui possibili risvolti allergici è il Prof. Matteo Giannattasio - medico e agronomo, già consulente del servizio di Allergologia dell’Ospedale dermatologico San Gallicano di Roma: “Tra i tanti fattori che possono aumentare il rischio di diventare allergici o intolleranti agli alimenti c'è di sicuro la scadente qualità del cibo”. Questo, il primo punto evidenziato dallo specialista durante la conferenza pubblica “Allergie e intolleranze alimentari. I consigli, le diete e il cibo di qualità”, tenutasi di recente a Milano.

“I metodi di produzione agricola e di trasformazione industriale sono basati sull'impiego di grandi quantità di sostanze chimiche potenzialmente nocive, come nitrati, pesticidi, antibiotici, additivi alimentari, solo per citarne alcuni. Queste sostanze, o i prodotti derivanti dalla loro trasformazione, si ritrovano nei prodotti che arrivano sulle nostre tavole e possono causare, direttamente o indirettamente, allergie e intolleranze”, ha sottolineato Giannattasio.

Sotto accusa il grano e il latte, due alimenti molto presenti nella nostra dieta quotidiana: “Nel caso del grano, la coltivazione di nuove varietà e l'eccessiva concimazione con nitrati di sintesi, se da una parte consentono di aumentare a dismisura le rese, dall'altro influenzano la qualità del glutine facendo aumentare le frazioni che sono responsabili della celiachia e, forse, di quella frequente forma di intolleranza, che viene definita "gluten sensitivity". E per quanto riguarda il latte, molti casi di intolleranza che si registrano attualmente, più che dipendere dalla difficoltà di digerire il lattosio per carenza di lattasi, sono dovuti al cocktail di sostanze nocive che possono essere presenti in questo alimento per effetto delle condizioni di allevamento e dell'alimentazione che mirano a produrre tanto senza badare alla qualità”.

 

Evitare le allergie ricorrendo al bio

 “Alimenti, come quelli biologici, sono il risultato di pratiche che mirano alla qualità dei prodotti e al rispetto degli animali e dell'ambiente” spiega Giannattasio. Il metodo di produzione biologico esclude, infatti, l'impiego di pesticidi chimici di sintesi, nutre il terreno e preserva la fertilità del suolo, garantendo agli animali una vita conforme alle esigenze specifiche delle singole specie, ha cura del loro benessere e limita strettamente l’uso di antibiotici. 

La scelta degli alimenti e l'attenzione alla loro qualità, come punti di partenza per prevenire lo sviluppo delle allergie e delle intolleranze, è ancora più importante quando si parla dei più piccoli. “Esistono ‘finestre’ nelle prime fasi dell'esistenza, come la vita intrauterina, la fase di allattamento al seno e quella di svezzamento, in cui si è particolarmente suscettibili alle sostanze nocive presenti negli alimenti. - conclude Giannattasio - Per questo motivo, alcune istituzioni scientifiche raccomandano alle mamme di badare alla qualità di ciò che mangiano durante la gravidanza e l'allattamento al seno, e del cibo che danno ai loro bambini durante lo svezzamento. Naturalmente la prevenzione non si fa soltanto con il cibo di qualità. Si fa prevenzione anche evitando il fumo, ricorrendo ai farmaci soltanto se veramente indispensabili, evitando il cibo spazzatura e circondando i bambini di affetto e serenità. Ricerche recenti portano a sospettare che l'insorgenza delle allergie può essere favorita anche dalla mancanza di sonno!”

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
L’importanza dell’allattamento al seno
L’importanza dell’allattamento al seno

Fin dalle prime ore di vita, anche per i grandi prematuri è fondamentale..

Per le neomamme ecco le erbe che stimolano la produzione di latte
Per le neomamme ecco le erbe che stimolano la produzione di latte

Anice verde, cardo e galega con cui preparare insalate, infusi e tisane

Celiachia, quando si diventa intolleranti
Celiachia, quando si diventa intolleranti

È un disturbo sempre più diffuso; oggi ne soffre una persona su 100

Seno in gravidanza, come prevenire la perdita di tono
Seno in gravidanza, come prevenire la perdita di tono

È una parte del corpo che è messa a dura prova e merita quindi cure..

Gravidanza serena over 35
Gravidanza serena over 35

Con l’età aumenta anche il rischio di complicazioni per le gestanti,..

Obiettivo corpo perfetto
Strumenti - Obiettivo corpo perfetto

Sei una sportiva o ti accontenti di mantenere il tuo peso forma stando..

Scopri come raggiungere il tuo peso forma
Strumenti - Scopri come raggiungere il tuo peso forma

Vuoi sapere il tuo peso forma e quanti chili devi perdere per ottenerlo?..

Cronotipi: sei gufo o allodola?
Test - Cronotipi: sei gufo o allodola?

Ti sveglierebbe solo una secchiata d’acqua o non aspetti nemmeno la..

TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?
Test - TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?

Sei sicura di bere a sufficienza? Fai il test e scegli l’acqua più..