I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Speciale Halloween - Frutta martorana di marzapane

Speciale Halloween - Frutta martorana di marzapane

Questi classici dolcetti di marzapane dalle forme di frutti sembra derivino dalle suore benedettine del convento della Martorana di Palermo, da cui prendono il nome. Si racconta che le suore abbiano addobbato gli alberi spogli del convento con questa frutta simulando quella mancante. La frutta martorana viene esposta nelle pasticcerie siciliane in occasione delle festività del 1 e 2 novembre. È semplice da realizzare e potrai divertirti con i tuoi bambini a dare le forme della frutta che preferiscono. Scopri anche come realizzare le "Dita della strega", "Ossa e fantasmi di meringhe", "Pan dei morti", "Pabassinas", "Grano dei morti", "Torrone dei morti".


Ingredienti
:

  • 1 chilo farina di mandorle
  • 1 chilo di zucchero
  • 250 grammi di acqua
  • Mezza bustina di vaniglia
  • Coloranti vegetali per dolci
  • Guarnizioni (piccioli, foglie...)
  • Gomma arabica

Tempo occorrente: circa 2 ore + 48 ore di riposo

 

Procedimento:

Sciogli lo zucchero nell’acqua a fiamma bassa sempre mescolando. Non appena lo zucchero comincia a filare (se hai un termometro da cucina deve segnare 110°), unisci la farina di mandorle e la vaniglia. Mescolare con cura finchè il tutto sarà ben amalgamato, consistente e il composto si stacchi dal tegame. Versa il composto su un piano di marmo e lavora prima con una spatola e poi con le mani. Se necessario, aggiungi dell'acqua all'impasto.

Fai riposare per un'ora circa coperto da pellicola trasparente. Ora procedi con le forme. Puoi realizzarle da sola o aiutarti con gli appositi stampini. In occasione di Halloween, perfetta è la frutta martorana a forma di zucca. Se usi gli stampini ricorda di foderarli con della pellicola trasparente. Disponi le "sculture" su una gratella e fai riposare per 2 giorni.

Una volta asciutti decorali con i colori e infine lucida con la gomma arabica.

 

di Luana Trumino

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento