I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Come preparare una panatura perfetta

Tutti i segreti per rendere croccanti i nostri fritti

No pagePagina successiva
Come preparare una panatura perfetta

Sia che la usiamo per rivestire delle polpette, sia che la utilizziamo per cotolette di carne e di pesce, una buona panatura è fondamentale per la buona riuscita di un fritto. Come per qualsiasi ricetta, anche per la panatura è fondamentale la qualità degli ingredienti. 

Dunque, cominciamo dal pane, che deve essere raffermo di almeno tre giorni: priviamolo della crosta e riduciamo a pezzetti la mollica. È importante sottolineare che il pane non va grattugiato, bensì sbriciolato. La mollica a pezzetti va quindi avvolta in uno straccio da cucina a trama fitta e lavorata su una spianatoia, come dovessimo impastare. Passiamo al setaccio il pane sbriciolato e i pezzetti che rimangono rimettiamoli nel telo e ripetiamo la lavorazione, fino a esaurire tutta la mollica.

 

Un velo di farina

L’alimento da impanare deve essere ben asciutto, quindi, se dobbiamo impanare una cotoletta, passiamola prima nella farina, se invece stiamo realizzando delle crocchette o delle polpette, immergiamole direttamente nell’uovo sbattuto e sgoccioliamole. Il passo successivo consiste nel passare l’alimento da impanare nel pane. Per accertarci che la panatura aderisca al meglio, ripetiamo il passaggio nel pane più volte, almeno due.

 

Come salare

Il sale va aggiunto esclusivamente nell’uovo e nel pane, magari con un pizzico di pepe. Dobbiamo evitare di aggiungerlo sulle cotolette o sulle polpette già fritte. 

PARLIAMO DI: panatura, fritti croccanti,

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento