I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Per dimagrire, fai con noi la dieta di proteine

Ecco come perdere peso in salute con il regime iperproteico messo a punto dal prof. Migliaccio, così che l’eccessivo apporto proteico non sia dannoso per l’organismo.Le tabelle con i menù e le ricette dal lunedì alla domenica, da ripetere nel tempo


Per dimagrire, fai con noi la dieta di proteine

A cura del prof. PIETRO MIGLIACCIO, nutrizionista e Presidente della Società Italiana di Scienza dell’Alimentazione (SISA). www.migliaccionutrizione.it e con la collaborazione delle dottoresse in dietistica MARTINA COMUZZI e SILVANA NASCIMBEN.

 


Il forte desiderio di dimagrire porta, di frequente, a seguire diete stravaganti e squilibrate. Spesso si tratta di regimi iperproteici “temporaneamente efficaci” sulla perdita del peso (che poi si riacquista con gli interessi!), nocivi per la salute perché affaticano fegato e reni, oltre a contribuire a un aumento del colesterolo. Ma se abbiamo accumulato 2-3 chili di troppo, è possibile seguire una dieta che dia risultati più in fretta? Nel contesto di uno stile di vita sano, e se non si soffre di particolari patologie, si può fare una dieta più ricca di proteine per un limitato periodo di tempo senza andare incontro a nessun problema. Con la dieta di questo articolo vi propongo un regime che può fare chiunque, ma dopo un consulto con il proprio medico in particolare se si soffre di insufficienzerenali, epatopatie, gotta. Può essere, invece, indicata in soggetti con diabete di tipo 2.

 

I rischi dei regimi iperproteici

Tutti i regimi dimagranti iperproteici sono caratterizzati da un’elevata introduzione di proteine, attraverso i cibi che le contengono o con l’assunzione di preparati sintetici a base di amminoacidi, e dall’apporto scarso o privo di carboidrati. Non viene data importanza all’apporto calorico giornaliero, ma all’apporto di proteine che si devono assumere in grande quantità, consumandole liberamente e in modo abbondante, scegliendoi cibi che ne contengono di più (per esempio carne, uova, formaggio, pesce ecc). Quando si inizia una dieta iperproteica, l’organismo utilizza l’energia necessaria per le sue funzioni vitali dalle riserve di glicogeno (glucosio) che sono presenti nel fegato e nei muscoli. Questo determina una netta perdita di peso corporeo in liquidi perché, per ogni grammo di glicogeno utilizzato, vengono persi 3 grammi di acqua. Una volta terminate queste riserve, l’organismo deve attingere ad altre fonti energetiche. Non essendo forniti per niente carboidrati, o quanto meno non a sufficienza, il corpo inizia a consumare a scopo energetico soprattutto le proteine corporee, cioè quelle che formano i nostri tessuti. Ciò determina una diminuzione del peso dovuta, però, soprattutto alla perdita del tessuto muscolare. Anche i grassi vengono consumati, ma la carenza di carboidrati non permette la loro corretta metabolizzazione. La loro degradazione è incompleta e si formano numerosi corpichetonici (acetone, acido acetoacetico, acido idrossibutirrico ecc.) che provocano inappetenza, ma sono dannosi per tutti gli organi. Il tessuto nervoso e gli eritrociti (globuli rossi), che solitamente sono in grado di “cibarsi” esclusivamente di glucosio, soffrono per questa condizione metabolica. Anche il fegato e i reni sono sovraccaricatidi lavoro. Aumenta la produzione di scorie azotate e di metaboliti tossici che devono essere eliminati in gran parte con le urine. Altri danni che possono derivare dalla grande quantità di proteine ingerite è l’aumento dell’eliminazione di calcio con le urine a spese dello scheletro e, pertanto, le diete iperproteiche possono esporre anche al rischio di osteoporosi. Se si considera, poi, che la fonte di proteine consigliata in queste diete è quasi sempre di origine animale, come la carne, gli insaccati, i formaggi ecc., si può instaurare anche una dislipidemia, cioè un incremento del colesterolo, e un aumento della pressione arteriosa, in quanto si tratta di alimenti che sono ricchi di grassi saturi e sale.

 

I consigli alimentari del nutrizionista

  • Sarà opportuno fare cinque pasti nella giornata, ovvero: la colazione, il pranzo, la cena e due spuntini (a metà mattina e a metà pomeriggio).
  • È importante fare sempre la prima colazione per interrompere il digiuno notturno e fornire l’energia necessaria per garantire da subito attenzione, apprendimento, concentrazione e benessere psicofisico.
  • Dopo la prima colazione, che deve coprire circa il 20% dell’energia utile per una giornata, i due pasti principali devono assicurare il corretto apporto di tutti i nutrienti energetici (carboidrati, proteine e grassi).
  • I due spuntini sono necessari per non arrivare troppo affamati al pasto successivo ed evitare il senso di affaticamento dovuto all’abbassamento della glicemia. 
  • È bene mangiare tutti gli alimenti che sono di proprio gradimento alternando durante la settimana i vari cibi. Un’alimentazione variata consente di assumere tutti i micronutrienti necessari alla salute (vitamine, sali minerali, antiossidanti).

Nella gallery che segue, la tabella settimanale della dieta riporta i menù dal lunedì alla domenica, con indicazioni per i cinque pasti della giornata e con le ricette di alcuni dei piatti proposti. È possibile ripetere la dieta per due settimane consecutive o una volta al mese per più tempo. Pronte? Al via la dieta…



LunedìMartedìMercoledìGiovedìVenerdìSabatoDomenica
Per dimagrire, fai con noi la dieta di proteine

Colazione un bicchiere di latte parzialmente scremato • un cucchiaino di zucchero • due fette biscottate con complessivamente due cucchiaini di marmellata.

Metà mattina uno yogurt magro da g 125 anche alla frutta.

Pranzo Secondo piatto stracchino light g 70/ 80 • contorno di verdure crude o cotte condite con un cucchiaino di olio extravergine di oliva (non mangiare legumi, patate e mais) • Pane: g 40 (una rosetta piccola) • Frutta: una mela o una pera.

Pomeriggio un cappuccino.

Cena Secondo piatto arista di maiale con le mele* • contorno di verdure crude o cotte condite con un cucchiaino di olio extravergine di oliva (non mangiare legumi, patate e mais) • Pane: g 40 (una rosetta piccola)

Ricetta dell'Arista di maiale con le mele* 

Ingredienti: arista di maiale g 150, una mela da g 150 tagliata a spicchi, 1/4 di cipolla rossa, 1/2 cucchiaino di salvia fresca tritata, un cucchiaio di olio extravergine di oliva, sale, pepe.

Preparazione: in una ciotola, preparate un composto con la salvia, un pizzico di sale e di pepe e utilizzatelo per la panatura della fetta di arista. Versate l’olio nella padella e fate dorare la carne su entrambi i lati. Mettete l’arista in una teglia da forno unendo la cipolla tagliata a fettine sottili. Fate cuocere in forno caldo a 220 °C per 10 minuti. Aggiungete quindi le mele e continuate la cottura per altri 10-15 minuti. Ultimate impiattando l’arista con le mele.

Pag. 1 / 7

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Dimagrire e disintossicare l’organismo con la Clean Diet

Spopola a Hollywood la dieta che prevede frutta e verdura, cereali..

I grandi piatti della tradizione in versione light

Lasagne, parmigiana, tiramisù non sono più un “attentato alla linea”

Alimentazione e salute: come migliorare la qualità della vita

Dai consigli per imparare a farsi un orto sul balcone alle ricette per..

Nucleare e salute: niente rischi per l’Italia

Rafforzati i controlli sui prodotti di origine animale e non, in arrivo..

Secondi piatti alternativi

Per sostituire la carne le soluzioni sono molte, dai legumi della..

Tabelle di composizione degli alimenti
Strumenti - Tabelle di composizione degli alimenti

I dati riportati sono per il 70% dati sperimentali originali, ottenuti da..

Qual è il tuo peso ideale?
Strumenti - Qual è il tuo peso ideale?

Quest’estate hai gettato da una rupe l’odiosa bilancia, ma ora con..

Calorie di troppo
Strumenti - Calorie di troppo

Determina il tuo metabolismo basale (BMR) e saprai di quante calorie..

Sei sottopeso o sovrappeso?
Strumenti - Sei sottopeso o sovrappeso?

Attraverso l’indice di massa corporeo, il BMI (Body Mass Index) puoi..

Scopri come raggiungere il tuo peso forma
Strumenti - Scopri come raggiungere il tuo peso forma

Vuoi sapere il tuo peso forma e quanti chili devi perdere per ottenerlo?..

Sei un soggetto attivo o passivo?
Test - Sei un soggetto attivo o passivo?

Seguire una dieta è più facile se sai riconoscere i comportamenti che..

Che stile di vita sei
Test - Che stile di vita sei

Lo stile di vita rappresenta l'espressione di noi stessi nel mondo che ci..

TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?
Test - TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?

Sei sicura di bere a sufficienza? Fai il test e scegli l’acqua più..