I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Dimagenina, la pillola dimagrante, risulta inutile senza opportuna dieta

La ricerca di Altroconsumo dimostra che il dispositivo può servire solo se abbinato a un controllo dell’alimentazione e all’attività fisica

Dimagenina, la pillola dimagrante, risulta inutile senza opportuna dieta

Una pillola dimagrante che si trasforma in un palloncino nello stomaco, la “Dimagenina”. È davvero efficace? Le risposte arrivano dall’associazione di consumatori Altroconsumo (http://www.altroconsumo.it), che ha analizzato il dispositivo.

“Dimagenina” è già sotto inchiesta per non aver sospeso la pubblicità anche dopo il divieto del ministero della Salute: il problema è la denominazione di “dispositivo medico”, che non ha mai ottenuto l’autorizzazione. I dispositivi medici, come i farmaci, devono essere sottoposti a studi clinici capaci di accertarne la sicurezza e l’efficacia, ma questo non è avvenuto per la “pillola della sazietà” (da non confondere con il vero palloncino saziante, un dispositivo applicato chirurgicamente nelle terapie antiobesità). 

“Dimagenina” è fatta con una gomma naturale cristallizzata, e il suo ingrediente funzionale è il glucomannano, cioè una fibra solubile che ha la capacità di catturare acqua, trasformandosi in un gel che contribuisce al senso di sazietà. Ma, avverte Altroconsumo, “ questo non vuol dire automaticamente che Dimagenina faccia perdere peso. Automaticamente siamo indotti a pensare che ci farà mangiare di meno. Ricordiamo, però, che non è importante sono la quantità di ciò che si mangia ma anche la qualità. Se si mangia meno, ma si scelgono cibi ricchi di grassi, non si va in direzione di corretta alimentazione. Questa pillola è indicata come un aiuto per perdere peso durante la dieta (accompagnata da un’adeguata attività fisica). Quindi, non ha nessuna efficacia senza un programma dietetico preciso, possibilmente stabilito da un medico in grado di seguire il percorso e soprattutto di valutare se la persona ha realmente bisogno di un “aiutino” da affiancare alla corretta alimentazione”. Occhio anche agli effetti indesiderati: il glucomannano può addirittura causare una riduzione dell’assorbimento di vitamine e sali minerali essenziali per l’organismo, e può anche interferire con alcuni farmaci. In effetti, tutte queste controindicazioni sono spiegate nel foglietto illustrativo, ma non nella pubblicità o sull’etichetta.

di Monica Coviello

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento