I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

La svolta vegana

Paola Maugeri, ma anche Carl Lewis e Paul MacCartney: i seguaci di questo regime alimentare sono in aumento in tutto il mondo

No pagePagina successiva
La svolta vegana

Mangiano hummus (crema di ceci), tofu e seitan (cibi proteici a base vegetale). Leggono “Se niente importa. Perché mangiamo gli animali?” di Jonathan Foer. Non si vestono di seta, lana o pelliccia. Sono i vegani, coloro che seguono una dieta che esclude ogni alimento di origine animale: niente latte, uova o miele. Una categoria in aumento in tutto il mondo. Mentre negli Usa sono vegani – quali migliori testimonial? – Carl Lewis, Paul MacCartney, la protagonista di Black Swan Natalie Portman e l’eroina di Tron Olivia Wild, in Italia tra le sostenitrici di un’alimentazione priva di ogni crudeltà compaiono la conduttrice tv Paola Maugeri e la cantante Anna Oxa. E secondo un'indagine Ac Nielsen rielaborata dall'Eurispes sono in compagnia di circa 700 mila altri italiani.

Paola Maugeri, very vegana

Giornalista musicale, conduttrice di programmi come Scalo 76 su Raidue e La 27ma ora su La 7, Paola Maugeri, vegana e ambientalista, ha di recente raccontato il suo Vivere a impatto zero nella trasmissione di Alex Zanardi E se domani... su Raitre.

A che età ha fatto la scelta di diventare vegana? E Perché?

Sono vegana da quando avevo 30 anni. Da 11 anni quindi non mangio niente di origine animale. La mia è una scelta militante, quasi politica, perché le sofferenze, le mutilazioni e lo sfruttamento cui vengono sottoposti gli animali che vengono poi serviti nel piatto sono inaudite.

Suo figlio Timo ha tre anni e mezzo. Anche lui segue la sua stessa dieta?

Anche mio figlio non ha mai mangiato niente di origine animale tranne il mio latte materno. Mangia tutto quello che mangio io e cioè il tofu, il seitan, i cereali integrali, le alghe, le verdure. È un bambino in piena salute, e in grande forma.

Non è mai stato un problema per lei mangiare fuori casa?

No, basta organizzarsi. Quando capita di andare in pizzeria scelgo una pizza senza formaggio o pasta con le verdure, e quando Timo va alle feste faccio contenti tutti i suoi amichetti con delle eccezionali torte al cioccolato con panna di soia! Certo, se m’invitano a mangiare carne in un ristorante argentino, magari raggiungo gli amici dopo cena.

Alcuni studi dimostrano che una dieta vegana può causare carenze alimentari. Prende degli integratori?

No, se si mangia con attenzione ed equilibrio l’eventualità di carenze è molto remota. Io credo che nella vita bisogna fare le scelte che sentiamo profondamente: ovviamente farle con senso di responsabilità e quindi non lanciarsi in una dieta dove si eliminano nutrienti che possono essere fondamentali. Io mangio così da anni, peso 55 chili, sto bene e non mi ammalo praticamente quasi mai. Anzi, da quando sono vegana non soffro più di cistite e di mal di testa.  

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento