I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Le mille virtù del cioccolato

Cura la tosse, rende la pella liscia come la seta ed è un ottimo alleato nella sindrome premestruale e in gravidanza

Le mille virtù del cioccolato

"O ci vai o ci sei". Sarà questo il claim dell’edizione 2012 di Cioccolatò, la manifestazione che la Città di Torino dedica al cioccolato per il nono anno (il secondo dell’organizzazione Apice Srl), in programma fino all’11 marzo. Una manifestazione per lasciarsi andare a degustazioni guidate, corsi di pasticceria e di cucina a base di cacao e cioccolato, attività didattiche per bambini e tanto altro (a questo indirizzo il calendario degli eventi), avendo come tema il cibo degli dei. E la domanda sorge spontanea, Davvero il cacao è un alimento prezioso? Fa ingrassare? Toglie i brufoli? Cura la tosse?

 

Cacao: cibo degli dei
"Considerando tutti i benefici che il cacao ha sulla nostra salute lo si può sicuramente considerare il cibo degli dei. È, infatti, ricco di magnesio, potassio, rame, ferro e calcio, tutti elementi preziosi per il nostro benessere", dice il professor Gian Carlo Di Rienzo, Direttore della Clinica Ostetreica e Ginecologica dell’Università di Perugia. "Numerosi studi condotti sull’uomo dimostrano le benefiche proprietà del cioccolato fondente, meglio se ad alto contenuto di cacao. Il cioccolato è un potente vasodilatatore dal momento che favorisce la produzione di ossido nitrico; decrementa la pressione arteriosa ed incrementa la sensibilità insulinica, inibisce l’attivazione piastrinica e modula l’attività dei leucociti. In più, incrementa la microcircolazione cutanea e decrementa il colesterolo totale e quello LDL. Grazie all’alto contenuto di flavonoidi, potenti antiossidanti, può risultare estremamente utile in alcune patologie quali l’ipertensione e il diabete, dove lo stress ossidativo è particolarmente accentuato. Inoltre, la teobromina in esso contenuta ha un’azione stimolante sul SNC e sui centri cardio-respiratori, mentre la feniletilamina stimola i centri dell’umore, assumendo un ruolo endogeno sul neuro sviluppo, quindi promuovendo un temperamento più attivo e reattivo. È stato dimostrato che il cioccolato può essere il miglior alleato della donna, facendo sentire i suoi benefici effetti anche nei casi di sindrome premestruale (esercita, infatti, una significativa interferenza nell’attività serotoninergica e, quindi sul tono dell’umore) e in gravidanza, agendo non solo sulla salute della futura mamma, ma anche del nascituro, che dimostra di avere maggiore reattività e capacità antiossidativa.

 

Il cioccolato favorisce i brufoli, carie, allergie e colesterolo? Macché!
Da un recente rapporto dell’American Medical Association è emerso che l’acne nell’adolescenza è per lo più provocata da fattori ormonali e non dal consumo, a volte eccessivo, del cioccolato da parte dei ragazzi. La polvere di cacao è stato inoltre dimostrato che ha una notevole efficacia inibitoria contro la carie. Lo ribadiscono i ricercatori di un famoso istituto di Boston, il Massachusetts Institute of Tecnologhy, i quali hanno dimostrato come i tannini presenti nel cacao aiutino a prevenire la carie, probabilmente riducendo la formazione della placca.
Sono tanti gli alimenti che possono provocare intolleranza: latte, farina di grano, arachidi, mitili, carne di manzo, patate, crostacei, pesce, uova. Ma il cioccolato è solo all’ultimo posto della lista e in genere solo il 2% delle persone che soffrono già di allergie ha reazioni allergiche da cioccolato.
L’azione congiunta di burro di cacao, zucchero e latte, possiede diverse sostanze protettive. Tra queste, gli antiossidanti che contribuiscono a evitare l’ossidazione del colesterolo, processo che può portare al blocco delle arterie e alla riduzione del flusso sanguigno. Inoltre, non si trova traccia di colesterolo nel cacao e nel cioccolato fondente, mentre un etto di cioccolato al latte ne contiene soli 16 milligrammi, stesso quantitativo per un etto di gianduiotti che derivano però dal  latte e non dal cacao. Con una tazza di cioccolata si assimilano circa 8 milligrammi di colesterolo, la stessa quantità contenuta in 100 grammi di yogurt naturale parzialmente  scremato.
Il suo elevato contenuto calorico è dovuto alla presenza di grassi e zuccheri, presenti però in tanti altri alimenti. Una tavoletta da 100 grammi di fondente extra apporta 542 calorie (565 per quello al latte), mentre una porzione da 80 grammi di spaghetti al pomodoro e basilico fornisce circa 422 calorie e una fetta media di crostata con marmellata circa 550. Quindi anche quando si segue una dieta dimagrante ci si può permettere un quadratino di cioccolato fondente, perché equivale solo a 22 calorie. Insomma, molte delle controindicazioni che si sentono dire in giro, sono solo frutto di credenze popolari.  

 

Il cioccolato cura la tosse e rende la pelle liscia coma la seta
Il merito di questo potere sembra essere della teobromina, sostanza contenuta nel cacao. Solitamente la tosse persistente, spesso conseguenza delle infezioni virali, viene calmata con la codeina, un medicinale derivato dall'oppio, i cui effetti collaterali (sonnolenza e stitichezza) ne impediscono la somministrazione in dosi massicce. A differenza dei calmanti per la tosse tradizionali la teobromina non ha effetti collaterali dannosi sul sistema cardiovascolare e nervoso.
Inoltre, sono sempre di più i centri estetici che utilizzano il cioccolato come cura di bellezza per la pelle. Infatti, i lipidi contenuti nel burro di cacao nutrono l’epidermide, donandole morbidezza e luminosità.

 

Il cioccolato per riprendere il giusto ritmo
Il cacao contiene caffeina, in quantità dieci volte inferiore a quella del caffè, e teobromina un altro eccitante. Le due sostanze, presenti in piccole dosi, hanno effetto di blandi stimolatori che possono comunque aiutare in momenti di maggiore concentrazione. Una piccola dose di cioccolato può rappresentare la carica per riprendere un ritmo di studio o di lavoro. Le altre sostanze contenute nel cioccolato (serotonina e feniletilamina) lo rendono un agente tonico e antidepressivo, anti- stress, che permette di incrementare piacevoli attività, compreso fare l’amore. Il cioccolato agisce da catalizzatore, facilitando la produzione di endorfine, particolari sostanze peptidiche prodotte dall'ipofisi e che hanno la funzione di neurotrasmettitore: grazie a un'azione narcotica simile a quella della morfina, diminuiscono la sensibilità al dolore e stimolano le sensazioni di euforia.

di Roberta Maresci

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
La bellezza profuma di cioccolato
La bellezza profuma di cioccolato

Ecco i cosmetici più golosi a base di cacao, dal profumo irresistibile

Il cacao, antidepressivo naturale e afrodisiaco
Il cacao, antidepressivo naturale e afrodisiaco

Abbassa la pressione, fa bene alla pelle e mette di buonumore... ma..

I mirtilli ''svegliano'' il cervello
I mirtilli ''svegliano'' il cervello

Arriva l'estate, fate scorta di mirtilli. Proteggono vene, occhi, cuore,..

Perché ci piacciono tanto le uova di Pasqua?
Perché ci piacciono tanto le uova di Pasqua?

Fondente, al latte, con sorpresa: scegli quella che preferisci e scopri..

Le ciliegie e le amarene, frutti carnosi che favoriscono il sonno
Le ciliegie e le amarene, frutti carnosi che favoriscono il sonno

Per il buon contenuto di melatonina aiutano a contrastare l’insonnia