I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Fagioli, ceci, lenticchie e soia. Utili nel controllo del colesterolo e non solo

I legumi sono anche un prezioso alleato dell’intestino e andrebbero consumati in modi diversi almeno tre volte alla settimana (60 grammi consigliati per la donna, 80 per gli uomini)

No pagePagina successiva
Fagioli, ceci, lenticchie e soia. Utili nel controllo del colesterolo e non solo

Sono ricchi di carboidrati, proteine ad alto valore biologico, grassi insaturi utili per controllare il colesterolo, minerali, ma soprattutto tante fibre. Contengono anche calcio, ferro utili nei casi di anemia, potassio e vitamine del complesso B. Dice il professor Pierluigi Rossi, medico, specialista in scienze dell’alimentazione e medicina preventiva. "Il ferro dei legumi è di tipo non eme, non associato ad emoglobina come, invece, è il ferro della carne. Ha maggiori difficoltà di assorbimento intestinale. Per favorire quindi l’assorbimento del ferro dei legumi consiglio di associare alla porzione di legumi una spremuta fresca di due arance ed un limone oppure mangiare agrumi vari o kiwi. Le fibre sono considerate le 'spazzole' dell’intestino, e aiutano a regolare la funzionalità intestinale e contribuiscono al controllo del colesterolo.


Contro i gonfiori intestinali
 

"I gonfiori intestinali che molte persone lamentano dopo aver mangiato legumi sono causati da carboidrati indigeribili che nel colon vengono fermentati dalla flora batterica, creando meteorismo e altri disturbi digestivi. Utile l’ammollo per contrastare questi disturbi", spiega Rossi.

 

Le buone combinazioni alimentari

È consigliato abbinare ai legumi ai cereali, in parti uguali. Sono ottime e gustose le zuppe di fagioli e farro o lenticchie e orzo o ancora ceci e grano saraceno.

 

I consigli per la cottura 

I legumi secchi prima di essere cucinati vanno sempre lavati in acqua fredda corrente. Poi messi in ammollo per qualche ora, seguendo anche le indicazioni sulle etichette del prodotto. Ricordate di non utilizzare per la successiva cottura l’acqua dell’ammollo. Quindi rilavate nuovamente i legumi.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Secondi piatti alternativi

Per sostituire la carne le soluzioni sono molte, dai legumi della..

Ridurre il colesterolo con i rimedi naturali

Fitoterapici e omotossicologia possono aiutarti a riportare i livelli nel..

Aprile è il mese dell’intestino sano

Una campagna informativa in 15 tappe, per scoprire che il benessere..

Escherichia Coli: il pericolo sono i germogli di soia

In Germania sarebbe stato individuato il focolaio dell’infezione..

La dieta depurativa che aiuta il tuo intestino

Segui il nostro programma alimentare per eliminare in una settimana le..

Il tuo intestino è un po’ pigro?
Test - Il tuo intestino è un po’ pigro?

Non ne parli per imbarazzo, ma anche perché non sai da che parte..