I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Comfort Food: gli alimenti del buonumore

Alcuni squilibri nutrizionali possono causare tristezza e sbalzi di umore, ma ci sono anche i cibi che regalano benessere e allegria

No pagePagina successiva
Comfort Food: gli alimenti del buonumore

Negli Stati Uniti li chiamano comfort food. Sono quegli alimenti che aiutano il cervello a farci sentire più sereni e appagati. In Gran Bretagna l’associazione Food & Mood Project studia da molti anni il legame tra dieta ed emozioni. E se fino a qualche decennio fa si pensava che il sistema nervoso fosse relativamente immune dagli effetti della dieta, oggi si è scoperto che determinati squilibri nutrizionali possono anche causare tristezza e sbalzi di umore. «Sebbene non esistano alimenti miracolosi capaci di tenere a bada la malinconia – ci ha spiegato il dottor Andrea Ghiselli, primo ricercatore  dell'INRAN, Istituto nazionale di ricerca per gli alimenti e la nutrizione - alcuni accorgimenti nella dieta giornaliera possono garantire un cervello più incline al benessere».

 

I messaggeri del benessere

«L’effetto “buonumore” – aggiunge Ghiselli - è da imputare a particolari sostanze contenute negli alimenti, o prodotte durante la loro digestione, che agiscono direttamente sul sistema nervoso attraverso i messaggeri chimici chiamati neurotrasmettitori».  I principali sono:

- la serotonina, che rappresenta l’ormone del relax. Una sua carenza può causare insonnia, depressione e sindrome premestruale.

- la dopamina, che governa il meccanismo detto di gratificazione, in base al quale dopo un fatto piacevole segue una sensazione di benessere.

- le endorfine, oppioidi naturali prodotti dal cervello, i cui effetti sono simili a quelli della morfina e della cannabis, senza gli effetti collaterali. Funzionando come veri e propri analgesici e hanno un effetto euforizzante.