I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Alzheimer: come ridurre i rischi con l'alimentazione

Può l’alimentazione influire sullo sviluppo della malattia neurodegenerativa? Le ultime ricerche affermano che una dieta ad alto contenuto in acidi grassi saturi e rame sarebbe particolarmente nociva per la salute del nostro cervello.

No pagePagina successiva
Alzheimer: come ridurre i rischi con l'alimentazione

A cura della Dr.ssa Valentina Schirò, Biologa Nutrizionista, Specialista in Scienza dell’Alimentazione - www.gruppopalermomedica.blogspot.it

 

Non a tutti è noto quanto il rame, seppur in piccole quantità (per l’adulto 1.2mg/die), sia fondamentale per lo svolgimento di numerose attività dell’organismo: mineralizzazione delle ossa, formazione del tessuto connettivo, pigmentazione della pelle e dei capelli, trasporto del ferro. E non è tutto: il minerale partecipa anche al processo di coagulazione, di sviluppo e protezione cerebrale.

Nonostante i numerosi benefici per l'organismo, quantità di rame superiori a quelle necessarie hanno un effetto tossico, soprattutto a livello cerebrale. Grazie ad un recente studio effettuato presso l’Università di Chicago, si è dimostrato infatti come un’alimentazione caratterizzata da un alto contenuto di rame (lo troviamo abbondantemente presente in frattaglie, crostacei, semi di girasole, funghi secchi, anatra, cacao amaro, pomodori secchi), oltre che di grassi saturi, sembrerebbe favorire la neurodegenerazione cerebrale. I ricercatori hanno scoperto che quanti possiedono un’alterazione genetica della capacità di metabolizzare il rame, e sono quindi impossibilitati ad eliminarlo dal proprio organismo, hanno una probabilità tre volte superiore, rispetto alla media della popolazione, di sviluppare la patologia degenerativa. Ecco perché è necessario che la quantità di rame in circolo si mantenga entro giusti livelli. Nel caso, invece, in cui questi siano eccessivi, una dieta specifica può certamente aiutarci.

 

Rame “buono” e rame “cattivo”

Se una carenza di rame può essere responsabile del deficit di produzione di energia, di un alterato metabolismo degli zuccheri e del colesterolo, nonché di un incremento dello stress ossidativo e di un’alterazione del funzionamento delle cellule del sistema immunitario, è pur vero che una sua eccessiva presenza può essere responsabile della comparsa di malattie tra cui quella di Wilson, di Menke e dell’Alzheimer. Grazie ad una approfondita analisi, gli studiosi hanno osservato che ad essere particolarmente nocivo non è tutto il rame che viene assorbito attraverso i cibi e l’acqua, ma il cosiddetto rame “libero” ovvero quello non legato alla consueta proteina di trasporto (ceruloplasmina) prodotta nel fegato. In particolare, è stata evidenziata una correlazione negativa fra la quota di rame libero e il declino cognitivo. In sostanza, maggiore è la quota di rame non legata alla sua proteina di trasporto, maggiore è il danno cerebrale. In genere, l’eccesso di rame viene eliminato tramite le feci, l’urina e la saliva, ma un’alterazione di questi meccanismi potrebbe causare seri danni a livello cerebrale. Il rame libero infatti è capace di svolgere attività ossidativa anche nel cervello, alterando la componente lipidica, naturalmente presente, delle membrane delle cellule nervose.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Per la malattia di Parkinson è importante una diagnosi precoce
Per la malattia di Parkinson è importante una diagnosi precoce

In costante aumento, oggi fa la sua comparsa prima dei cinquant’anni

Non farti tentare dai cibi light
Non farti tentare dai cibi light

Per mantenersi in linea non basta consumare cibi alleggeriti, anzi, il..

La pubblicità sui cibi spazzatura? Funziona
La pubblicità sui cibi spazzatura? Funziona

I bambini esposti agli spot che reclamizzano bibite zuccherate e fast..

Come si congelano i cibi
Come si congelano i cibi

Tutto quello che dovete sapere per conservare gli alimenti nel freezer di..

Tabelle di composizione degli alimenti
Strumenti - Tabelle di composizione degli alimenti

I dati riportati sono per il 70% dati sperimentali originali, ottenuti da..

Calorie di troppo
Strumenti - Calorie di troppo

Determina il tuo metabolismo basale (BMR) e saprai di quante calorie..

Sei sottopeso o sovrappeso?
Strumenti - Sei sottopeso o sovrappeso?

Attraverso l’indice di massa corporeo, il BMI (Body Mass Index) puoi..

Scopri come raggiungere il tuo peso forma
Strumenti - Scopri come raggiungere il tuo peso forma

Vuoi sapere il tuo peso forma e quanti chili devi perdere per ottenerlo?..

Sei un soggetto attivo o passivo?
Test - Sei un soggetto attivo o passivo?

Seguire una dieta è più facile se sai riconoscere i comportamenti che..

Scopri se sei ipocondriaco
Test - Scopri se sei ipocondriaco

Sei quasi sempre preoccupata per la tua salute? Non fai altro che pensare..

Che stile di vita sei
Test - Che stile di vita sei

Lo stile di vita rappresenta l'espressione di noi stessi nel mondo che ci..