I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Frutta e verdura di stagione: spendi meno e mangia meglio

La buona tavola è innanzitutto un’esigenza legata al benessere. Coniugare prodotti sani e di qualità con il fattore economico può sembrare difficile, ma basta fare la spesa con intelligenza e con un occhio al calendario

Pagina precedenteNo Pag. successiva

I problemi degli alimenti fuori stagione

Il prodotto importato e non di stagione ha spesso proprietà nutrizionali alterate: solitamente provengono da paesi anche molto lontani e, a causa del lungo viaggio, vengono raccolti in largo anticipo e sottoposti a trattamenti che si basano sull’impiego di gas al fine di bloccare la maturazione che avverrà in una seconda fase, ovvero quando verranno conservati nelle celle frigorifero. Queste tecniche non causano danni alla salute dell’uomo ma lo illudono di poter trarre dei benefici da un alimento pagato anche a caro prezzo. Le conseguenze invece di queste metodologie di trattamento sono quelle di ottenere alla fine un prodotto privo di gusto e povero di sostanze nutritive perché il prodotto, staccato dalla pianta madre in un tempo eccessivamente prematuro, non ha la possibilità di acquisire e sviluppare minerali e vitamine normalmente presenti ad alte concentrazioni con la maturazione.

Lo stesso risultato negativo lo si ottiene dai prodotti coltivati nelle serre riscaldate: le temperature artefatte, la concimazione forzata sono i punti di forza di questa tecnica agricola. Per non parlare poi delle cosiddette colture fuori suolo ovvero le piante vengono coltivate non ponendole nel suolo,ma in soluzioni nutritive preparate in laboratorio. Se da un lato queste innovative tecniche di coltivazione favoriscono la crescita delle piante, incrementano la produttività, riducono il rischio di aggressione da parte dei microrganismi e degli insetti; dall’altro lato permettono di ottenere un frutto che in natura in realtà non esiste: esteticamente perfetto, eccessivamente ricco in acqua, dotato di uno scarso contenuto in vitamine e minerale, e da un sapore insignificante.

Da non sottovalutare è anche l’aspetto della sicurezza alimentare: nei paesi dai quali provengono i prodotti fuori stagione non è detto che esista una regolamentazione severa ed esigente come la nostra riguardante tutte le fasi della filiera di produzione. Questi prodotti potrebbero contenere tracce di sostanze chimiche, anche con effetto potenzialmente cancerogeno, capaci di arrecare danni alla salute.

Mangiare alimenti non di stagione, dal punto di vista ecologico, ha anche un impatto fortemente negativo sull’ambiente: i migliaia di chilometri percorsi per il trasporto necessitano un dispendio considerevole di carburanti che ovviamente hanno un effetto negativo sulla salubrità dell’ambiente.

di Valentina Schirò (biologa nutrizionista)
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Trattamenti estetici estivi: quali fare e quali evitare
Trattamenti estetici estivi: quali fare e quali evitare

Via libera a filler e trattamenti anticellulite. Per tutto il resto,..

Tacchi alti sì, ma con moderazione!
Tacchi alti sì, ma con moderazione!

Segui la moda senza trascurare la salute dei piedi

La dieta disintossicante a domicilio
La dieta disintossicante a domicilio

Un semplice programma fai-da-te per depurare l’organismo ed eliminare..

Cistite, una malattia trascurata
Cistite, una malattia trascurata

Un fastidioso disturbo, tipicamente femminile, dovuto a un’infezione..