I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Cibi in scadenza: risparmiare evitando gli sprechi

Più razionalità negli acquisti e nella gestione della dispensa. Così si combatte la crisi e si protegge l'ambiente

No pagePagina successiva
Cibi in scadenza: risparmiare evitando gli sprechi

A causa della crisi economica, gli Italiani hanno incominciato a cambiare anche le abitudini alimentari, riducendo drasticamente gli sprechi: è il risultato di una ricerca realizzata da Coldiretti-Swg. In particolare, l’indagine ha messo in evidenza le nuove strategie adottate dal consumatore per contenere le spese al supermercato:  il 31% riduce le quantità acquistate; il 24 % utilizza quello che avanza per la preparazione del pasto successivo e il 18 % presta più attenzione alla data di scadenza.

 

Crisi: gli effetti sulla spesa

I cibi che hanno risentito maggiormente della crisi sono vino, carne, frutta e verdura. È stata osservata infatti una riduzione delle vendite di questi prodotti dal 2 al 3%. Le famiglie hanno iniziato a fare la cosiddetta “spesa ragionata” che comporta il confronto dei prezzi dei prodotti non solo all’interno dello stesso supermercato, ma anche tra i diversi punti vendita, frazionando così la spesa tra diversi negozi. Si sta  inoltre  riducendo anche la spesa presso supermercati e discount, preferendo quella a chilometro zero e quindi l’acquisto direttamente dal produttore.

 

Dove nasce lo spreco

Nonostante questi considerevoli cambiamenti, resta elevata la quantità di cibo che finisce nella spazzatura. Lo spreco alimentare ha un effetto molto negativo non solo sull’ambiente perché per via dei rifiuti da smaltire, ma anche sull’economia, perché quando viene prodotto cibo che non viene venduto, il costo della produzione non è compensato dai relativi ricavi. È l’altra faccia dello spreco alimentare, che spesso viene taciuta. Secondo un recente report dell’Unione Europea, ogni anno sono gettati circa 89 milioni di tonnellate di alimenti. In base all’indagine,  la responsabilità dello spreco è così divisa: 42% le famiglie, 39% i produttori, 5 i rivenditori e il restante è “colpa” dei 14% i ristoratori.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Superare le crisi e uscirne più forti
Superare le crisi e uscirne più forti

Una capacità che può essere potenziata grazie alla teoria della..

Non farti tentare dai cibi light
Non farti tentare dai cibi light

Per mantenersi in linea non basta consumare cibi alleggeriti, anzi, il..

Gli alimenti della nostra tradizione
Gli alimenti della nostra tradizione

Cappone, cotechino, capitone: conosci le loro proprietà?

La cucina del futuro è ecocompatibile
La cucina del futuro è ecocompatibile

Risparmiare energia, gestire gli avanzi e ridurre gli scarti, a tutto..

Comfort Food: gli alimenti del buonumore
Comfort Food: gli alimenti del buonumore

Alcuni squilibri nutrizionali possono causare tristezza e sbalzi di..

Tabelle di composizione degli alimenti
Strumenti - Tabelle di composizione degli alimenti

I dati riportati sono per il 70% dati sperimentali originali, ottenuti da..

Calorie di troppo
Strumenti - Calorie di troppo

Determina il tuo metabolismo basale (BMR) e saprai di quante calorie..