I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Caffeina si, caffeina no

Scopriamo insieme gli effetti di uno dei componenti più noti del caffè

No pagePagina successiva
Caffeina si, caffeina no

Appartenente alla famiglia degli alcaloidi, la caffeina è la sostanza più conosciuta fra i componenti del caffè. La sua presenza conferisce al caffè il tipico sapore amaro. Inoltre, il contenuto di questa sostanza in una sola tazzina è capace di ridurre il senso di affaticamento, di favorire la motilità intestinale, la diuresi, la vigilanza, di migliorare le funzioni cognitive in generale. Proprio per queste sue caratteristiche, fino al 2004 è stata classificata come sostanza dopante. A dosi decisamente più elevate ha la capacità di svolgere un’azione antidolorifica. Gli effetti comunque della caffeina sul nostro organismo dipendono principalmente dal consumo. Proprio per questo motivo, appartengono alla classe degli users i consumatori abituali, cioè coloro che assumono oltre i 300mg al giorno di caffeina; mentre, i non-users, sono invece coloro che ne assumono giornalmente quantità inferiori ai 50 mg.

 

Metabolizzatori lenti e veloci

Viene facilmente e velocemente assorbita dal nostro organismo: occorrono solo circa 30 minuti per fare si che arrivi nel circolo sanguigno, scomparendo successivamente dopo poche ore. In realtà, gli individui sono distinti in metabolizzatori lenti e veloci di caffeina: secondo i ricercatori dell’ Istituto di Ricerche Farmacologiche ‘Mario Negri’, ciò dipende dalla composizione genetica individuale. I metabolizzatori lenti sono coloro i quali eliminano lentamente dal proprio organismo la caffeina; diversamente, i metabolizzatori veloci, espellellono questo alcaloide molto rapidamente. Questa differente capacità di rimuovere la caffeina, a sua volta si riflette sugli effetti che la sostanza può far insorgere nell’organismo. In genere, ad accusare tachicardia, tremore, agitazione, sudorazione, mal di testa, ansia, difficoltà ad addormentarsi, sono proprio coloro che eliminano questa sostanza con molta lentezza. In questi casi, il consiglio è di astenersi dall’assumere il caffè dopo un certo orario, ma anche il tè, il cioccolato, il matè, il guaranà, le bevande energetiche e quelle tipo cola. Se proprio non è possibile farne a meno, è meglio usare la versione decaffeinata.

 


PARLIAMO DI: caffeina, caffè, effetti, contenuto,

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Il caffè, l’energy drink della donna
Il caffè, l’energy drink della donna

La caffeina migliorerebbe la risposta allo stress e ridurrebbe il rischio..

La dieta ideale per conciliare il sonno? Ognuno ha la propria
La dieta ideale per conciliare il sonno? Ognuno ha la propria

Gli effetti degli alimenti variano da persona a persona, anche in base..

Cosa “mangi” quando bevi?
Cosa “mangi” quando bevi?

Latte, spremuta di agrumi, tè verde e birra non solo dissetano, ma..

‘Na tazzulella ‘e caffè
‘Na tazzulella ‘e caffè

Non potete farne a meno? Niente paura, gli ultimi studi gli attribuiscono..