I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Le amare verità dietro il successo di una bibita

Un libro accusa la multinazionale che produce la bevanda più famosa del mondo, per le sue spregiudicate politiche

Le amare verità dietro il successo di una bibita

Tutti l’hanno bevuta almeno una volta nella vita. Il suo logo è fra i più noti (e copiati) al mondo. E chi non ricorda qualcuno dei suoi jingle? Parliamo della Coca Cola, la bibita gassata che ha dato origine a un impero economico multinazionale che ha base ad Atlanta. Secondo Michael Blanding, scrittore e giornalista del Boston Magazine, il successo della bevanda nasconde parecchi scheletri nell’armadio.

Il suo libro, “Coca Cola. Gusto unico e amare verità: i costi della leadership” (edito da Egea) (http://www.ibs.it/code/9788823833074/blanding-michael/coca-cola-gusto.html), sostiene questa tesi attraverso varie testimonianze e documenti.

 

La ricerca comincia dalle origini della Coca Cola, dalla prima affermazione al consolidamento negli Usa (nel 1904 ne furono venduti 4 milioni di litri). Il successo, però, scrive Blanding, fu inseguito in modo spesso spregiudicato, soprattutto nelle zone del mondo dove la povertà amplifica il potere del denaro.

Ad esempio in Messico, dove le fabbriche creano posti di lavoro, ma riducono le riserve d’acqua e le inquinano con gli scarti di lavorazione. La stessa cosa è accaduta in India, mentre in Colombia l’azienda si servirebbe di guerriglieri per minacciare e reprimere le rappresentanze sindacali nelle fabbriche di imbottigliamento. Andy Warhol diceva: “Il presidente beve Coca Cola, Liz Taylor beve Coca Cola e, guarda un po’, anche tu puoi bere Coca Cola. Una Coca Cola è una Coca Cola, e nessuna somma di denaro può farti avere una Coca Cola migliore di quella che sta bevendo il vagabondo all’angolo”. E Blanding sembra chiedere: “Sì, ma a quale prezzo?”.

di Monica Coviello
PARLIAMO DI: coca cola, multinazionale,

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento