I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Aids: donne, mai abbassare la guardia!

I fattori biologici, sociali e culturali che determinano l’esposizione al virus dell’Hiv del mondo femminile. Chiariamo come si contrae l’infezione e quali sono i rischi per quelle sessualmente trasmissibili, senza dimenticarci degli adolescenti.

No pagePagina successiva
Aids: donne, mai abbassare la guardia!

Nell’ambito dell’infezione da HIV, il target femminile è un aspetto sul quale WIN, Women Infectivology Network, il nuovo Gruppo di Lavoro promosso da SIMIT, Società Italiana di Malattie Infettive, intende focalizzarsi anche in considerazione del fatto che l’Hiv è la principale causa di morte tra le donne in età fertile in tutto il mondo. Secondo gli ultimi dati dell’Istituto Superiore di Sanità, su un totale di 3.853 nuove diagnosi di infezione da HIV nel 2012 in Italia, il 21% è rappresentato da donne, in particolare in età fertile, tra i 15 e i 49 anni.

Le donne sono più vulnerabili nel contrarre l’infezione ed è più complessa sia la prevenzione, sia la gestione clinica dell’AIDS come emerge chiaramente dai dati della Coorte ICONA. Vi spieghiamo i possibili perché:

- le donne pensano di non essere a rischio in quanto sono convinte che l'HIV riguardi solo altri gruppi di persone (omosessuali, tossicodipendenti, prostitute), benchè il virus sia in continuo aumento tra la popolazione eterosessuale che rappresenta, al momento, la fascia a maggior rischio.

- le donne non sanno di essere più vulnerabili in quanto più esposte all'infezione per fattori biologici.

- le donne pensano di non essere a rischio se hanno una relazione di coppia stabile; in realtà, molte donne contraggono l'HIV all'interno di una relazione ritenuta "stabile", ovvero dal proprio partner che ha rapporti al di fuori della coppia.

- le donne spesso hanno paura di chiedere, prima di un rapporto sessuale, di utilizzare il preservativo, perché temono il giudizio negativo del partner; se lo chiedono e lui rifiuta, non hanno le capacità di convincerlo.

 

Come si contrae l'HIV

Il virus dell' HIV è presente nei liquidi biologici (sangue, liquido seminale, secrezioni vaginali, latte materno) di una persona sieropositiva. Il virus presente in questi fluidi può passare attraverso microlesioni della bocca, dell'ano, degli organi genitali, oppure attraverso lacerazioni della pelle, attraverso alcune mucose (occhi, parte interna del naso) raggiungendo così il flusso sanguigno di un'altra persona, infettandola a sua volta. L'infezione si può acquisire anche per via endovenosa, condividendo gli stessi aghi per l'iniezione di sostanze, oppure attraverso trasfusioni di sangue infetto, e suoi emoderivati. Sia uomini che donne possono essere la fonte di infezione dell' HIV. Le donne in gravidanza, o durante il parto o l'allattamento, possono trasmettere il virus anche al proprio bambino. I modi più frequenti di trasmissione dell'HIV rimangono: l'utilizzo comune di siringhe per l'iniezione di droghe/steroidi ed i rapporti sessuali non protetti . L'HIV non si acquisisce toccando o abbracciando una persona sieropositiva; utilizzando o condividendo con lei le stesse tazze, bicchieri, posate o il telefono; andando in luoghi come piscine o bagni pubblici; attraverso morsi di insetto. Il virus dell'HIV non si trova nell'aria o negli alimenti, e fuori dal corpo sopravvive per pochissimo tempo. Ai nostri giorni è molto improbabile contrarre l'HIV attraverso trasfusioni di sangue sia negli Stati Uniti che nell'Europa occidentale a causa dei severi controlli applicati a questa pratica.

 

Proteggi la tua salute

Non delegare ad altri la responsabilità della tua salute, non lasciare che sia soltanto il tuo partner ad occuparsi di una questione tanto importante. Ci sono uomini che sanno ben poco di questo argomento o che lo prendono sottogamba. Ve ne sono degli altri che pensano solo al proprio piacere e non si preoccupano di te come forse credi. Altri interpretano il tuo silenzio, pensando: chi tace acconsente, se non dice niente è perché accetta il rischio di fare l’amore senza protezione. 
Ognuno è responsabile della propria protezione. Proteggiti senza tante parole, o parlagli apertamente della protezione dall’Hiv, da altre infezioni sessualmente trasmissibili o da una gravidanza indesiderata.

 

Perché viene consigliato il test HIV a tutte le donne in gravidanza

Una donna incinta HIV positiva può trasmettere l'infezione al proprio bambino sia durante la gravidanza, che durante il parto, sia nel  corso dell'allattamento. Per impedire che ciò avvenga vengono prescritti dei farmaci antiretrovirali sia prima che dopo il parto. Il test non è obbligatorio è volontario e si effettua dopo aver firmato un consenso informato, ma è assolutamente consigliato perché permette alle donne che risultano positive l'accesso ad un trattamento medico preventivo, e alle donne sieronegative di venire a conoscenza di tutte le informazioni per prevenire future esposizioni al virus, grazie alla consulenza medica. 

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Scarsa l’adesione alla campagna di vaccinazione contro il Papilloma Virus
Scarsa l’adesione alla campagna di vaccinazione contro il Papilloma Virus

Ancora poche adolescenti si sottopongono al vaccino per prevenire la..

Come difendersi da virus e batteri
Come difendersi da virus e batteri

Autobus, metrò e locali pubblici: attenzione all’igiene

Test genetici per contrastare l’invecchiamento cellulare
Test genetici per contrastare l’invecchiamento cellulare

Nuovi test cellulari ed ematici per Individuare i “punti deboli”..

Il tuo intestino è un po’ pigro?
Test - Il tuo intestino è un po’ pigro?

Non ne parli per imbarazzo, ma anche perché non sai da che parte..

TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?
Test - TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?

Sei sicura di bere a sufficienza? Fai il test e scegli l’acqua più..