I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Adolescenti: educazione sessuale nelle scuole, sì o no?

Nel Nord Europa è obbligatoria da 60 anni mentre da noi è contrastata anche se gli italiani pensano ce ne sia bisogno. L’esperto consiglia: “Iniziate a parlarne a casa”.

No pagePagina successiva
Adolescenti: educazione sessuale nelle scuole, sì o no?

Con la collaborazione della dottoressa Roberta Rossi, presidente Federazione Italiana di Sessuologia scientifica (FISS) e psicosessuologa.

 

Se ne discute da anni ma di tradurre i pensieri in azioni non se ne parla. L’educazione sessuale nelle scuole è un miraggio in Italia, messo in pratica solo in alcune realtà, derubricata fra le attività del pomeriggio e a carico di insegnanti e genitori con buona volontà.

Eppure, secondo un’indagine della Federazione Italiana di Sessuologia scientifica (FISS), su un campione di 800 italiani, quasi la totalità degli intervistati (98%) è favorevole all’introduzione dell’educazione sessuale nelle scuole che, per il 78% andrebbe affidata agli specialisti.

A tale proposito, la Federazione per il secondo anno consecutivo organizza, dal 28 settembre al 3 ottobre, la Settimana del Benessere Sessuale: un’iniziativa che ha l’obiettivo di aumentare la conoscenza dell’educazione sessuale anche nelle scuole attraverso conferenze e sportelli d’ascolto (vedi gli appuntamenti su www.fissonline.it).

 

Fanalino di coda

Da apripista è stata la Svezia che nel 1955 iniziò a diffondere dei video illustrativi nelle scuole. Una manciata di decenni dopo l’hanno seguita tutto i Paesi del Nord dove l'educazione alla sessualità è obbligatoria. Nel nostro Paese di tentativi d’introduzione se ne contano a decine, tutti però arenati. Non si riesce a fare breccia nelle posizioni delle istituzioni religiose che anche recentemente, hanno criticato le linee guida dell’Organizzazione della sanità (a cura della stessa FISS nell’edizione italiana) che invece spingono per la diffusione. “Nonostante esista un grande bisogno di conoscere come siamo fatti - spiega la dottoressa Roberta Rossi, presidente della FISS e psicosessuologa - in Italia manca una legislazione che permetta di definirne i contenuti e le modalità, cosa significa la prevenzione, come possono essere gestiti al meglio i rapporti tra le persone in una relazione. In breve, i diversi aspetti della vita che ci riguardano ma che vogliamo far finta siano legati alla naturalezza della sessualità e non ad un comportamento che possiamo imparare a comprendere nelle sue diverse sfaccettature”.

 

Educazione alla salute

La polemica nel dibattito pubblico sulle linee guida dell’Oms nasce in particolare dall’assunto di trasmettere al bambino la conoscenza di sé come individuo che prova piacere anche tramite il contatto fisico. Una considerazione più volte tradotta da più soggetti come l’invito alla masturbazione dei bambini dai 0 ai 4 anni.

“Fare educazione sessuale – commenta la specialista - non significa dire ai ragazzi e alle ragazze di masturbarsi, come chi ideologicamente è contro l'educazione alla sessualità continua a dire. Censurare non serve - sottolinea -, anche perché siamo pieni di messaggi più o meno espliciti sulla sessualità che, se non veicolati, rischiano di alimentare ignoranza e pregiudizi. L'educazione alla sessualità dovrebbe essere quindi intesa come un momento di approfondimento scientifico e confronto su diversi temi che riguardano la salute sessuale e i rapporti affettivi. Momenti che possono essere destinati a tutti con linguaggi diversi, adattabili alle esigenze specifiche delle diverse fasi della vita”.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
I figli fanno la felicità, ma solo quando i genitori superano i 30 anni
I figli fanno la felicità, ma solo quando i genitori superano i 30 anni

Finché sono piccoli, prevalgono le preoccupazioni. Mamma e papà stanno..

Malattie rare: un successo l'esperienza in mare per i giovani pazienti
Malattie rare: un successo l'esperienza in mare per i giovani pazienti

I ragazzi che ne soffrono hanno trascorso qualche giorno sulla Nave..

“Tolleranza zero” per il consumo di alcol tra i giovani
“Tolleranza zero” per il consumo di alcol tra i giovani

Uno studio conferma che per tenere lontani i ragazzi dagli alcolici, è..

Il sesso? Una perdita di tempo
Il sesso? Una perdita di tempo

Secondo un recente sondaggio, adolescenti e giovani sceglierebbero di..

Il profilattico istruzioni per l’uso
Il profilattico istruzioni per l’uso

Anticoncezionale, ma anche protezione efficace dalle malattie a..

Sarà maschio o femmina?
Strumenti - Sarà maschio o femmina?

Secondo l’antico calendario lunare cinese si può stabilire con un..

Scopri la pillola che fa per te
Test - Scopri la pillola che fa per te

Rispondi alle nostre domande per capire quale tipo di contraccettivo..

Sei una mamma-dipendente?
Test - Sei una mamma-dipendente?

Il legame con tua madre condiziona ancora la tua esistenza e le tue..

TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?
Test - TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?

Sei sicura di bere a sufficienza? Fai il test e scegli l’acqua più..