I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Acne: la gravità dovuta al tipo di sebo

Nuove scoperte sulla patologia cutanea che affligge più dell’80 % degli adolescenti e un numero sempre maggiore di adulti, in prevalenza donne, aprono nuove prospettive all’approccio terapeutico.

Acne: la gravità dovuta al tipo di sebo

Può apparire diversa da persona a persona, si può manifestare con punti neri, bianchi, papule, pustole, noduli, ma quello che molti ignorano è che l’acne non riguarda solo gli adolescenti, colpiti in più dell’80%, ma viene riscontrato un forte aumento  delle forme che colpiscono gli adulti, soprattutto le donne. La malattia è complessa e coinvolge numerosi fattori. Tra questi, l’alterata secrezione di sebo, il fluido lipidico secreto dalla ghiandola sebacea sulla superficie cutanea, predispone la pelle a un’aumentata risposta infiammatoria che è alla base della comparsa dei brufoli.

Il sebo, una miscela di grassi variamente composti, in condizioni normali svolge una funzione di protezione della cute di mantenimento dell’idratazione e antibatterica. Ora uno studio dell’Istituto San Gallicano condotto da un team di ricercatori diretto da Mauro Picardo, e pubblicato su Journal of  Lipid Research, ha individuato le sue principali alterazioni lipidiche grazie a un disegno analitico che applicato ai lipidi superficiali cutanei ha fornito il primo strumento di indagine in grado di delineare il lipidoma sebaceo, cioè le caratteristiche biochimiche specifiche del sebo.

“Per ottenere le “impronte” lipidiche caratteristiche dell’acne - spiega Mauro Picardo - abbiamo monitorato oltre 60 adolescenti sani e con acne afferenti all’ambulatorio “Acne” del nostro Istituto. Ai partecipanti è stato chiesto di applicare degli speciali cerotti sulla fronte per raccogliere il sebo che sarebbe stato poi analizzato con moderne tecniche di spettrometria di massa. Nella fitta selva di più di mille lipidi analizzati contemporaneamente, i digliceridi, composti analoghi ai trigliceridi ma con un pezzo mancante, sono apparsi tra quelli che permettevano di riconoscere il sebo proveniente da adolescenti con acne. Abbiamo inoltre osservato che maggiore era il contenuto di digliceridi più gravi erano i casi di acne da cui proveniva il sebo. Il risultato dello studio è importantissimo al fine di contrastare la malattia attraverso la comprensione delle specifiche vie metaboliche interessate e dei meccanismi patogenetici correlati.”

Lo studio del laboratorio di Fisiopatologia Cutanea e Centro di Metabolomica ISG apre nuove prospettive all’approccio terapeutico, 

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Psoriasi, ne soffre il 3% della popolazione mondiale
Psoriasi, ne soffre il 3% della popolazione mondiale

Nei centri pubblici specializzati Psocare si diagnosticano e si curano..

Sos, pelle impura
Sos, pelle impura

Se hai la pelle a tendenza acneica, prediligi prodotti delicati, a base..

Il fumo è nemico della pelle
Il fumo è nemico della pelle

Nuove ricerche dimostrano la relazione tra sigaretta e acne..

Chirurgia plastica: 4 tipologie di donne
Chirurgia plastica: 4 tipologie di donne

Quella che dice no, quella che si concede un ritocchino, quella che ci..

“Race for the Cure”, insieme contro il cancro al seno
“Race for the Cure”, insieme contro il cancro al seno

Il 22 maggio si corre la mini-maratona di solidarietà con le donne che..

Sei combattiva o fatalista?
Test - Sei combattiva o fatalista?

Sei convinta di poter esercitare un controllo sugli eventi e di poter..

Scopri se sei ipocondriaco
Test - Scopri se sei ipocondriaco

Sei quasi sempre preoccupata per la tua salute? Non fai altro che pensare..