I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

A Pasqua, fai un sacrificio contro la strage degli agnelli

Per dire stop al consumo dell’agnello per il tradizionale piatto del pranzo pasquale, torna la campagna promossa dalla LAV e da The Green Place, a cui hanno aderito numerosi personaggi della cultura e dello spettacolo, tra cui l'attrice Daniela Poggi.

A Pasqua, fai un sacrificio contro la strage degli agnelli

A Pasqua fai un sacrificio. Non uccidermi”: ecco il nuovo slogan che accompagna, come ogni anno, la campagna pubblicitaria firmata dalla LAV, Animal  Equality e Thegreenplace, in difesa dei diritti degli animali contro la strage degli agnelli che si consumano per il pranzo pasquale.

Il progetto nasce da un gruppo di volontari e da un luogo speciale: Thegreenplace, un rifugio per animali liberati dallo sfruttamento umano, creato dal fotografo, circa 2 anni fa vicino Nepi, quando la LAV gli ha affidato la cura di un gregge che le forze dell’ordine avevano salvato da gravi maltrattamenti vicino Firenze. Da allora Thegreenplace ha accolto e curato oltre 100 animali di differenti specie, inclusi alcuni agnellini salvati dall'organizzazione Animal Equality a seguito di una scioccante investigazione sul trasporto di animali, realizzata per la nota campagna nazionale 'Salva Un Agnello'. Il rifugio si autosostiene, soprattutto grazie ai contributi volontari dei donatori che ne condividono gli obiettivi.

Il primo shooting, lo scorso 5 marzo, ha avuto come protagonisti Lina e Elvis, i due agnellini ultimi arrivati presso il rifugio Thegreenplace.

 

Alla campagna hanno aderito personaggi della cultura e dello spettacolo, tra cui la nota attrice Daniela Poggi. “È una tradizione che purtroppo mi è capitato di vedere da vicino – afferma l’attrice - Dopo lunghi viaggi terribili ed estenuanti su tir strapieni, queste creaturine arrivano in un lurido macello in cui, terrorizzate, vengono immobilizzate, stordite, appese ad un gancio per una zampa e lasciate dissanguare sotto gli occhi dei compagni che urlano di terrore… Ogni anno a Pasqua vengono uccise 900 mila vittime innocenti. Può essere una Pasqua gioiosa uccidere solo per il proprio palato o una tradizione?”.

Le numerose adesioni (Claudia Zanella, Anna Ammirati, Daniela Martani, Loredana Cannata, Diana Del Bufalo, Maria Grazia Capulli, Giovanni Baglioni, Lodovica Maire’ Rogati, Alessandra Celletti, Nunzio Fabrizio, Noralux, Christian Stelluti) confermano il forte desiderio di promuovere con forza sempre maggiore la convivenza tra uomini e (altri) animali, in armonia con la natura, e nel rispetto dell’altro.

La campagna “A Pasqua fai un sacrificio. Non uccidermi”, è realizzata dal fotografo Marco Biondi e dallo studio fotografico Allucinazione. Copywriter: Ernesto Spinelli, Art Director: Letizia Ziaco.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Il pranzo di Pasqua, tradizionale, con brio
Il pranzo di Pasqua, tradizionale, con brio

Dalle profumate frittatine floreali al classico agnello, ma alleggerito..

Il pranzo di nozze? Non più di tre ore
Il pranzo di nozze? Non più di tre ore

Da un sondaggio fra catering e ristoranti rinomati, il decalogo per un..

Credi solo nei farmaci o ti curi con le terapie naturali?
Test - Credi solo nei farmaci o ti curi con le terapie naturali?

Tradizionalista convinta o pronta a provare le medicine complementari?..